Hockey : Elisabetta Sacconi, Alessandro Neri e Alessandro Isoppo, ideatori del G.S.O. Sarzana

0

SARZANA – Elisabetta Sacconi, Alessandro Neri e Alessandro Isoppo sono i fautori di un’iniziativa che, se fatta con criterio ed entusiasmo, potrebbe cambiare la strategia e gli obiettivi del prossimo futuro del Carispezia. Lo specchio di Forte dei Marmi è sotto gli occhi di tutti, il GSO ha cambiato di fatto una società portandola a vincere il primo scudetto della sua storia. Il nuovo gruppo potrebbe provare da subito a regalare un rinforzo alla formazione di Alessandro Cupisti. (nella foto Elisabetta Sacconi una delle ideatrici del GSO Hockey Sarzana con il Mister Alessandro Cupisti)

Se il grido d’aiuto del Presidente Corona è rimasto voce morta nelle stanze dei bottoni così non è stato in seno agli appassionati hockeistici rossoneri; così tre grandi tifosi rossoneri, ma anche tre personaggi molto conosciuti in città, hanno deciso di convocare tutta la cittadinanza per lunedì 29 al Centro Polivalente con l’obiettivo di fare nascere, come nella vicina Forte dei Marmi, il gruppo degli sportivi organizzati a supporto della società. Elisabetta Sacconi, conosciutissima in città come organizzatrice di eventi molti importanti tra i quali spicca la Mostra Nazionale dell’ Antiquariato, Atri Fioriti, legata all’ Hockey Sarzana da un affetto profondo da sempre e ancor più legata alla società dopo la scomparsa del figlio Max, portiere delle giovanili dell’ Hockey Sarzana cui la società ogni anno dedica il memorial “Max Dell’ Amico”.

Poi Alessandro Isoppo, parrucchiere di Via Bertoloni, uno dei personaggi storici della Curva Gabriele Milani,  ma anche impegnato nel tessuto cittadino: in “corsa” alle ultime amministrative con la lista Noi per Sarzana, ora membro del Consorzio Sviluppo della Città e punto di riferimento per moltissimi commercianti. Altra pedina è Alessandro Neri, agente di commercio punto di riferimento del gruppo dei supporter  che fanno capo al Bar Venice (Scalini), preso come riferimento dal Presidente Corona al termine della scorsa stagione per l’impegno messo a sostenere finanziariamente  la società. Il loro motto è “l’ Hockey Sarzana è il simbolo sportivo della città non possiamo abbandonarla nel momento di difficoltà che sta attraversando, se le istituzioni non vogliono o non possono dobbiamo essere noi tifosi a farsi parte dirigente”  e sembra che non stiano neppure perdendo tempo, ci sono voci che il gruppo vorrebbe già da subito regalare un rinforzo alla squadra di Alessandro Cupisti.

Lunedì sera bisognerà capire in quanti si presenteranno al Centro Polivalente, in quanti vorranno fare spiccare  il volo alla società di Piazza Terzi aspettando che l’Amministrazione Comunale faccia la sua parte con un Palazzetto degno della serie A1.

Da: Cronaca 4 La Spezia

Share.

Leave A Reply