Calcio : Reti bianche per CARPI-SPEZIA

0

CARPI – Il match clou della ventiseiesima giornata va in scena allo stadio Cabassi dove la capolista Carpi attende lo Spezia di Nenad Bjelica, ancora a secco di vittorie in questo 2015. Dirige l’incontro il Signor Fabbri di Ravenna, coaudiuvato dagli assistenti Lo Cicero e Santoro. Quarto uomo, il Signor Minelli.

Ritorno al 3-5-2 per le Aquile che per il rilancio si affidano all’estro di Miguel De Las Cuevas, approdato nel mercato invernale. Al suo fianco Dario Canadjija e Josip Brezovec, al rientro da titolare dopo la panchina di Chiavari, mentre sulle corsie laterali vanno Mato Milos ed il rientrante Francesco Migliore, assente al “Comunale” per squalifica. In difesa, davanti al confermato Chichizola, la novità è il rientro di Niko Datkovic al fianco di Valentini e Piccolo, dopo l’infortunio che lo aveva costretto ai box nelle prime uscite del 2015, mentre in attacco la coppia titolare è composta da Catellani e Nenè.

4-3-3 per i padroni di casa con il tridente, privo dell’infortunato Mbakogu, formato da Inglese, Pasciuti e Molina; in mediana gli ex Porcari, Lollo e Bianco; in difesa, Struna, Letizia, Romagnoli e Gagliolo davanti a Gabriel, portiere di propietà del Milan.

Clima freddo e piovoso in quel di Carpi, con le nevicate, scese in abbondanza in settimana, visibili a bordo campo.

Ancora in divisa nera le Aquile, mentre la capolista veste il classico bianco – rosso.

La prima occasione del match arriva al nono ed è dello Spezia, con il colpo di testa di Nenè, parato da Gabriel sulla linea. Lo stesso brasiliano, due minuti più tardi, imbeccato da Brezovec in contopiede, tenta un diagonale da posizione defilata, con il pallone che di poco si spegne a lato.

La reazione della squadra di Castori arriva con il tiro al volo di Pasciuti su cross dalla destra di Struna, ma Chichizola blocca senza problemi.

A fare la partita sono però gli ospiti, vicinissimi al vantaggio al 19′ con il debuttante De Las Cuevas, sbucato sul secondo palo e bravo a colpire di testa dopo l’ottimo di cross di Migliore, ma Gabriel salva i suoi con un autentico miracolo.

Ancora pericoloso lo Spezia con la bordata di Nenè dai 30 metri, bloccata da Gabriel in due tempi. Al 30′ è invece Brezovec a tentare la conclusione da fuori area, finita di un soffio fuori.

Risponde il Carpi con il colpo di testa dell’ex Lollo, spentosi però sul fondo.

Al 38′ l’arbitro Fabbri allontana dal terreno di gioco Mister Bjelica, anche se le ragioni dell’espulsione non sono del tutto chiare.

Sul finire del primo tempo, decisivo intervento in scivolata di Gagliolo che toglie il pallone dai piedi di Catellani, favorito da un rimpallo al limite su tiro di De las Cuevas. Finisce così la prima frazione di gioco, con gli aquilotti più in palla rispetto alla capolista Carpi.

Alla ripresa, nessun cambio per entrambe le formazioni.

Al primo Brezovec trova un perfetto filtrante per lo scatto di Catellani pescato in offside per pochissimi centimetri.

Sul ribaltamento di fronte, Letizia va vicino alla rete con una conclusione che finisce vicino al sette.
Carpi ancora vicinissimo al vantaggio con la grande girata in area di Inglese, ma Chichizola se la cava egregiamente, respingendo con una grande intevento istintivo.

Letteralmente rigenerata la capolista: all’ ottavo, infatti, Pasciuti sfiora la rete dell’uno a zero con un piazzato che finisce di pochissimo a lato.
Lo stesso attaccante emiliano, al 16′, tenta un tiro cross che rimbalza pericolosamente davanti a Chichizola, costretto a smanacciare in angolo.

Spezia a trazione difensiva in questa seconda parte di gioco, con la retoguardia aquilotta costretta agli straordinari. Non demorde il Carpi che al 24′ colpisce il palo con il solito Pasciuti.

Bjelica cerca di scuotere i suoi gettando nella mischia al 28′ Acampora al posto dell’ottimo De Las Cuevas. Nel Carpi, invece, dentro Di Guaudio e Lasagna, fuori Bianco e Pasciuti.

Partita che si avvia al termine, ma al 40′ il direttore di gara ravvisa un fallo a dir poco dubbio di Valentini ai danni di Di Gaudio: dal dischetto va Inglese, ma Chichizola è super, deviando in corner la conclusione dell’attaccante emiliano.

Dopo tre minuti di recupero, arriva il triplice fischio dell’arbitro: Carpi zero – Spezia zero. Ottimo il punto conquistato dagli aquilotti che interrompono così la striscia negativa di due sconfitte consecutive, portandosi così a 36 punti. Spezia ancora senza vittoria in questo 2015, ma la prestazione di oggi fa sicuramente ben sperare per il futuro, a cominciare dalla prossima sfida casalinga contro il Modena.

Sugli scudi il debuttante De Las Cuevas e l’argentino Chichizola, miracoloso nel respingere un rigore generoso e ad evitare così un K.O. che sarebbe stato ingiusto.

Meglio nel primo tempo la formazione ligure, peggio nella ripresa, con la capolista Carpi vicina in più occasioni al vantaggio, ma alla fine il punto guadagnato è meritato.

Da: Cronaca 4 La Spezia

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.