Impianti Sportivi – Montagna: Tribuna e campo sportivo, a marzo via al cantiere

0

Tribuna e campo sportivo, a marzo via al cantiere

La Spezia – Conto alla rovescia per i lavori al campo sportivo “Montagna”. Dopo la riapertura ufficiale del parco avvenuta nell’ottobre scorso, tra qualche settimana troveranno posto i primi due cantieri sulle strutture del campo di atletica principale. A marzo gli operai saranno al lavoro in contemporanea sulla pista così come sulla tribuna, che sarà rinnovata sia esternamente che internamente. Dai sei ai nove mesi di tempo per completare le opere, secondo le previsioni.
La Spezia potrebbe affacciarsi al 2017 con una delle migliori strutture per l’atletica d’Italia. “Di fatto si potranno ospitare manifestazioni del massimo livello – conferma Federico Leporati, direttore tecnico della società SpeTec Duferco Carispezia – anche grazie a una disponibilità completa di attrezzature. Avremo una gabbia di lancio, e poi doppia pedana per i salti in estensione, doppia zona di caduta per il salto con l’asta, doppie pedane per il giavellotto e per il getto del peso”.L’ultima a essere installata sarà l’attesissima nuova pista da corsa. Si è optato per un manto sintetico colato in opera, che viene letteralmente versato su una base di cemento. Una scelta che garantisce performance per gli atleti e una certa versatilità nella manutenzione. Per il retopping in caso di lesioni o usura, basta infatti sovrapporre una nuova colata invece di dover rimuovere parte della pista come nel caso delle superfici in intelaiature di stuoie. “E poi sarà a otto corsie – sottolinea Leporati – mentre la maggior parte dei campi nostrani oggi sono a sei”.
Per evitare che polvere e altri residui interferiscano con la delicata operazione di colatura, prima saranno terminate tutte le altre lavorazioni. Di sicuro quelle che riguardano la tribuna, che non verrà modificata nei volumi ma subirà un deciso maquillage. Nuove stanze interne, tra cui una per i controlli antidoping, una piccola sala riunioni, uno spogliatoio per i giudici e gli ufficiali di gara e ovviamente quelli dedicati agli atleti. Fondamentale l’impermeabilizzazione della copertura della tribuna, che oggi fa letteralmente acqua da tutte le parti. Infine, nella zona a nord del complesso, un edificio oggi dismesso diventerà il ricovero per gli attrezzi.
Il bando, per una cifra attorno al milione e 600mila euro, premiava ovviamente il ribasso economico ma anche le eventuali migliorie tecniche apportate alle opere oltre che i tempi di realizzazione. Anche con il cantiere in funzione, il parco attorno al campo di atletica rimarrà aperto alla cittadinanza che potrà venire a passeggiare tra i pini. “I nostri atleti? Nel frattempo un po’ ci alleneremo al secondo campo, quello piccolo, e un po’ ci appoggeremo a Carrara. Ma con la primavera e l’estate arriverà anche il tempo delle gare e saremo molto in trasferta. E’ un sacrificio che facciamo volentieri, visto il risultato finale”, chiosa Leporati.

Lunedì 25 gennaio 2016 alle 20:04:45
Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.