Lo Spezia ha un punto in più rispetto a un anno fa

0
La Spezia – La storia si ripete, o almeno c’è da augurarselo. Lo Spezia edizione 2015/16 fa già meglio di quello della stagione precedente, superandosi grazie alla vittoria netta contro il Livorno. I 37 punti della squadra oggi allenata da Domenico Di Carlo contro i 36 punti che Nenad Bjelica e i suoi ragazzi avevano portato a casa alla 26esima giornata della scorsa serie B. Ottavo posto allora, con la Ternana alle spalle di un punto, nono posto oggi a pari punti con la Virtus Entella.
Si corre molto di più in testa rispetto a un anno fa. Il Pescara, con i suoi 48 punti, sarebbe stato secondo a uno scontro diretto vinto di distanza dal Carpi che viaggiava in testa a 51, seguito dal Bologna a 45. Cagliari e Crotone, rispettivamente a 58 e 55 lunghezze, fanno impallidire anche la corsa del gruppo di Fabrizio Castori che allora sembrava inarrestabile. Diciotto vittorie per i sardi (50 gol fatti e 23 subiti), sedici per i calabresi (43 gol fatti e 22 subiti) contro le quattordici degli emiliani (43 gol fatti e 21 subiti).

Lo Spezia vantava 9 vittorie, 9 pareggi e 8 sconfitte con 28 gol fatti e 24 subiti. Oggi sono ancora 9 le vittorie, 10 i pareggi e 7 i capitomboli, con ancora 28 gol fatti e 32 subiti. Molto meno polarizzata la capacità realizzativa, che una stagione fa Andrea Catellani portava per un terzo sulle proprie spalle con 19 reti all’attivo; staccati Giannetti e Ebagua (allora già ex) a 3 e poi Brezovec, Valentini e Situm a 2. Oggi Calaiò, fresco di doppietta, conduce con 6 marcature, seguito da Nenè a 5, Catellani a 4, Situm a 3 e Brezovec (oggi ex) a 2. Da notare come il siciliano con il Catania, alla 26esima giornata del campionato 2014/15, vantasse la bellezza di 14 centri.
La media punti dello Spezia, che era stata di 1.40 a partita fino a quel momento, subì una forte accelerazione proprio dalla 27esima: 31 punti in 16 match, pari a 1.93, che valsero il quinto posto a 67 punti finali. Un percorso non privo di incidenti con 3 sconfitte (a Perugia e Crotone e in casa contro la Ternana), ma anche 9 vittorie e 4 pareggi. Cinque i successi negli ultimi sei turni, fondamentali per arrotondare la classifica.

Giovedì 18 febbraio 2016
Fonte “La Gazzetta Della Spezia”
Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.