Lo Spezia in tv, San Siro rimane la vetta di audience

0

La Spezia – Le capoliste non sono tutte uguali. Non è solo questione di campanile o di appeal del club, ma anche di audience e di fedeltà, quantomeno televisiva, dei tifosi. Spezia-Cagliari del novembre scorso, con i suoi 144.302 spettatori medi complessivi, è la partita più seguita degli ultimi tre campiojmiiumjwnati di serie B per quanto riguarda l’arrivo al “Picco” delle favorite. Battuto anche il Palermo, che giunse in Viale Fieschi nel settembre del 2013 e che totalizzò 140.303 spettatori. I ragazzi di Rino Gattuso, allora alle prese con un periodo tutt’altro che facile che solo l’arrivo in panchina di Beppe Iachini avrebbe interrotto, uscirono sconfitti da un gol con deviazione: non il mancino di un Dybala piuttosto sottotono quella sera, ma quello di Francesco Migliore a decidere l’incontro.
Dati quasi trascurabili invece quelli di Spezia-Sassuolo del settembre 2012: lo show dei neroverdi di Di Francesco fu passatempo per soli 95.510 spettatori. Poca cosa contando che Novara-Spezia di qualche giorno dopo racimolò 103mila abbonati, forte anche del fatto che si trattasse di un anticipo. Di anticipo in posticipo, e per fare un confronto immediato, la recente Spezia-Salernitana si è fermata a 70mila spettatori, evidentemente penalizzata dall’anonima classifica di entrambe le formazioni. Almeno in quel momento del campionato.

Rimane dunque una vetta quella registrata da Spezia-Avellino valida per i play-off per la serie A dello scorso campionato. Una media di 168.347 spettatori era incollata allo schermo in quella fatale mezz’ora dei tempi supplementari in cui i bianchi sciuparono tutto subendo la rete di Comi da calcio d’angolo. Prima, nei tempi regolamentari, la media era comunque stata più che discreta con i suoi 135.789 spettatori medi complessivi. Da annoverare tra gli esperimenti televisivamente riusciti il boxing day della stagione 2012/13: Modena-Spezia in quel giorno di Santo Stefano risultò la partita più vista della categoria con 132.131 spettatori.
Comunque vada la stagione dal punto di vista sportivo, sul piccolo schermo lo Spezia segna una delle migliori performance di sempre grazie alla Coppa Italia. Per i rigori di Roma-Spezia (Rai Due) c’erano più di 1.800mila “telecomandi” puntati sull’impresa dei ragazzi di Di Carlo, pari a uno strepitoso 15%. Nei 120 minuti precedenti una media di 1.247.000 spettatori pari al 10.71% dello share. E’ però Spezia-Alessandria la partita che ha portato il “Picco” nel maggior numero di case italiane con 595mila spettatori sintonizzati su Rai Sport 1 (2% di share). Rimane ancora imbattuto però Milan-Spezia del gennaio 2014 con i suoi 1 milione e 989mila spettatori, pari al 10.74% di share. A molti sembra ancora di vedere il gol della bandiera di Nicola Ferrari che chiuse quell’incontro sotto la curva degli 8mila spezzini in trasferta. Forse anche a Ferrari stesso, sabato scorso avversario contro il Lanciano: al momento della sostituzione l’attaccante ha quasi sbagliato panchina.

Fonte “Gazzetta Della Spezia”

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.