Crotone – Spezia, la partita

0

chichizola-h160415214930-u2004335937011pg--390x180@ilsecoloxixweb_265x122

Genova – Lo Spezia di Mimmo Di Carlo ha tentato il tutto per tutto con la corazzata della serie cadetta. il Crotone primo in classifica poteva festeggiare la promozione diretta con ben sei giornate di anticipo.

Ma i ragazzi di Di Carlo hanno fatto la loro partita costringendo i calabresi dell’ex genoano Juric a uno 0-0 che dà il segno della forza della squadra aquilotta, pericolosissima nel primo tempo.

Lo Spezia esce dallo «Scida» di Crotone senza aver subito gol e portando via un punto prezioso. Per i calabresi di Juric, quindi, rinviata alle prossime giornate la promozione in serie A. I calabresi salgono a quota 74 punti, sedici in più rispetto alla terza che è proprio la formazione ligure allenata da Mimmo Di Carlo. Inizio scoppiettante.

Al 1’ Piccolo trova l’esterno della rete ed al 4’ la respinta con i piedi da parte di Cordaz. Al 7’ destro al volo di Catellani e Cordaz si salva in angolo. Al 17’ il Crotone va in gol con Budimir. Ma Sacchi ravvisa un fallo dell’attaccante nel corpo a corpo con Terzi e annulla. Al 34’ si rifà vivo lo Spezia. Piccolo serve Sciaudone sulla destra, ma la sua conclusione di destro è debole e Cordaz blocca facilmente a terra. Juric deve sostituire Martella che non ce la fa con Balasa.

Al 40’ Palladino, dal limite, chiama alla deviazione in corner Chichizola. Il primo tempo si chiude sullo 0-0 dopo un minuto di recupero. Al 7’ della ripresa sostituzione anche per lo Spezia. Si fa male Okereke ed al suo posto entra Situm, con Catellani ora al centro dell’attacco.Al 19’ Palladino prova la conclusione dal limite, la il tiro è centrale e Chichizola blocca con facilità. Un minuto più tardi è Situm a provare il destro, ma Cordaz para senza problemi. Al 25’ è ancora il croato a provare il tiro con un destro, ma la palla è fuori bersaglio, anche se di poco.

Al 41’ Chichizola deve uscire per anticipare Budimir appostato sul secondo palo. L’attaccante del Crotone tocca la palla con la spalla e la manda sul fondo. Al 47’ Budimir anticipa Chichizola, palleggia e tenta la rovesciata con la palla che coglie in pieno il palo. È l’ultima emozione della partita.

Fonte ” Seri b”

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.