Spezia, in attesa del mercato si muove la macchina organizzativa

0

jq2qpke1La Spezia – Toccata e fuga a Milano per l’uomo mercato dello Spezia, Pietro Fusco. Il ds aquilotto ha trascorso parte della giornata nel capoluogo lombardo prima di rientrare in città nel tardo pomeriggio, più o meno lo stesso programma previsto per la giornata di martedì. Proseguono fitti i colloqui ma ancora non si sta arrivando a chiudere le operazioni. Per Chichizola nessuna novità, almeno per quanto riguarda lo Spezia: Fusco attende che il procuratore dell’argentino gli porti un’offerta e nelle ultime ore l’ex portiere del River sarebbe stato proposto anche agli iberici del Leganes che valutano anche Brignoli. Nulla però si muoverà finché non sarà chiaro il futuro di Chichizola.
Intanto è previsto per mercoledì l’incontro con Vagnati della Spal per parlare di Catellani e Ceccaroni. Per quanto riguarda l’attaccante sembra ormai chiaro che il Carpi è in netto vantaggio e, salvo novità imprevedibili, per gli estensi diventa operazione molto complicata. Più fattibile quella di Ceccaroni anche se non è tutto liscio come pareva fino a pochi giorni fa. Decisivo è l’accordo sulla formula ma va detto che lo Spezia non è affatto costretto a cedere Ceccaroni, meno che mai con il rischio di perderlo.
Una volta sistemata qualche uscita eccellente, come appunto Catellani, potrebbe esserci l’affondo per un’ala sinistra che prenda il posto di Situm. Quello che arriverà sarà un giocatore di corsa e profondità, una sorta di Kvrzic che gioca sulla corsia mancina. E a proposito dell’esterno bosniaco, sono giorni decisivi per il rinnovo con il Rijeka ed un eventuale ritorno allo Spezia, che comunque non precluderebbe l’acquisto dell’ala sinistra.

Campagna abbonamenti. La prossima settimana sarà quella della presentazione della campagna abbonamenti. L’auspicio per Via Melara è quello di confermarsi sugli ottimi livelli dello scorso anno quando si è superato il record di tutti i tempi con numeri difficilmente migliorabili e proprio per questo la campagna abbonamenti tenterà di coinvolgere ancora più categorie di persone grazie ad una formula rinnovata: un aspetto, quello di cercare agevolazioni per tutti, che differenzia il club di aquilotto dalla stragrande maggioranza delle società cadette.

Amichevoli. Di Carlo ha dato precise indicazioni: le gare amichevoli potrebbero essere quattro, possibilmente di difficoltà crescente. Lo Spezia sta cercando gli avversari anche se non è semplice soprattutto nelle categorie dilettantistiche dove la preparazione della prossima stagione è ancora in alto mare. Di sicuro saranno importanti le riunioni operative con il tecnico, lo staff organizzativo e il personale che seguirà la comitiva in Umbria.

Programma. Il ritrovo è fissato per il 12 luglio a Follo: due giorni di test fitti prima della partenza per il ritiro. Il 15 lo Spezia raggiungerà la sede del ritiro e dal giorno seguente inizieranno le fatiche vere e proprie. Il 30 luglio è fissato come ultimo giorno: la squadra lascerà la città di San Benedetto e farà ritorno in Liguria. Una decina di giorni per il primo impegno ufficiale, il secondo turno di Tim Cup, anche se ad oggi manca ancora il tabellone ufficiale. Probabile che nel prossimo consiglio di Lega proprio l’argomento Coppa Italia sia all’ordine del giorno.

Fonte “Città Della Spezia”

Share.

Leave A Reply