Hockey, il Carispezia a Valdagno cerca i primi punti fuori dal Vecchio Mercato

0

e4b8554983af71174b41e9011c9b5c09_l

Sabato sera sfida difficilissima per i colori rossoneri al Pala Lido di Valdagno contro la squadra locale.

I vicentini hanno messo assieme una rosa molto interessante, confermando i protagonisti della salvezza della passata stagione (Cunegatti, Fariza, Bertoldi e Campagnolo) e inserendo giocatori navigati e accompagnati da curriculum hockeisti importanti (Nicoletti, Montivero e Pallares) e affidandosi al confermatissimo Franco Vanzo nel ruolo di allenatore. Carispezia Hockey Sarzana al gran completo che nelle ultime due gare è stato Dottor Jekyll e Mr. Hyde, bellissimo contro il Bassano, prestazione che ha portato alla vittoria contro la forte formazione Veneta, poi bruttissima prestazione dopo soli tre giorni che gli è costata la sconfitta casalinga contro il Correggio.

 

“Una squadra cresce anche a forza di schiaffi – dichiara il presidente Corona ripensando alla gara interna contro il Correggio – In tanti anni di hockey non mi ricordo di traguardi ottenuti senza passare attraverso qualche sonora sconfitta. Ho visto mister Dolce molto deluso a fine gara, lui è l’unico che ha la giusta medicina per provare a conquistare la salvezza, perciò la società e la squadra dovranno seguire le sue indicazioni a menadito. Sarà un impresa molto difficile”.

“Sabato è una trasferta durissima – continua il Presidente – il Valdagno è un’ottima formazione creata per stare nelle parti nobili della classifica: Cunegatti, Fariza, Nicoletti, Montivero e Pallares non hanno bisogno di presentazioni, la squadra Veneta vuole tornare alla vittoria dopo il pareggio inaspettato di Sandrigo, perciò sabato dovremmo essere pronti a tutto se vogliamo uscire dalla pista di Valdagno non a mani vuote. In sette anni di serie A1 non abbiamo mai conquistato un punto al Palalido speriamo sia la volta buona”.

I precedenti tra Carispezia Hockey Sarzana e Admiral Valdagno sono 16 e riguardano solamente le sette stagioni in serie A1 con quattordici gare nelle regular seasons e due nei play off: dodici vittorie dei veneti e tre della formazione sarzanese e un solo pareggio.

Per la gara di sabato prossimo Carispezia Hockey Sarzana al gran completo, Carispezia che nelle ultime due gare è stato Dottor Jekyll e Mr. Hyde, bellissimo contro il Bassano, prestazione che ha portato alla vittoria contro la forte formazione Veneta, poi bruttissima prestazione dopo soli tre giorni che gli è costata la sconfitta casalinga contro il Correggio. I ragazzi di mister Francesco Dolce, che condividono l’ottava piazza con Correggio, Trissino e Bassano a quota sette punti, cercheranno di muovere la classifica e andranno alla ricerca dei primi punti della stagione fuori dalle mura amiche.

Diamo un’occhiata agli avversari
I vicentini hanno messo assieme una rosa molto interessante, confermando i protagonisti della salvezza della passata stagione (Cunegatti, Fariza, Bertoldi e Campagnolo) e inserendo giocatori navigati e accompagnati da curriculum hockeisti importanti (Nicoletti, Montivero e Pallares) e affidandosi al confermatissimo Franco Vanzo nel ruolo di allenatore. La squadra di mister Vanzo che a Valdagno ha scritto un pezzo di storia hockeistica indelebile, arriva a questa gara dopo uno stop forzato di 20 giorni, ultima partita giocata il 29 Ottobre a Sandrigo e conclusasi in parità con il punteggio di 3 a 3 e conta in classifica 5 punti alla stregua delle 5 partite disputate. Ma ecco la rosa dettagliata della formazione veneta partendo proprio dalle conferme, il simbolo di questa formazione è certamente Massimo Cunegatti, classe 1971, ancora oggi ,nonostante la sua veneranda età, è considerato da tutti ancora uno dei migliori portieri italiani e uno dei primi portieri al mondo. E’ stato portiere Nazionale Italiana  dal 1990 al 2004, vincendo un Europeo a Lodi nel 1990 ed un Mondiale a Wuppertal nel 1997. Nei club dove ha militato ha vinto 11 Campionati Italiani, 10 Coppe Italia, 3 Coppe Cers oltre a numerosissime trofei di minore importanza. Nel finale di carriera un ritorno nel club dove è cresciuto, da dove è partito nel 1991 alla volta di Novara. Con lui sono stati confermati Stefano Campagnolo, classe 1989, arrivato la scorsa stagione dal Bassano e Alberto Bertoldi, classe 1989, valdagnese doc oltre allo Spagnolo Juan Fariza classe 1985, difensore alla che alla prima stagione nel campionato italiano dopo tre stagioni in cui ha contribuito all’irresistibile ascesa del Cerceda, la seconda squadra della Coruña ha impressionato. “El barbudo”, così soprannominato, in Veneto ha messo a segno la bellezza di 34 gol che, per un difensore, non sono per niente male. I volti nuovi della formazione Valdagnese sono giocatori navigati e accompagnati da curriculum hockeisti importanti:Marc Pallares, classe 1981 Catalano ma ormai Veneto e cittadino Italiano a tutti gli effetti, giocatore eclettico e ottimo fiuto del goal che arriva da Trissino dove l’ultima stagione è andato a segno in 16 occasioni, Diego Nicoletti, classe 1983 difensore, per lui un ritorno a Valdagno, dove ha conquistato due scudetti, una Coppa Italia, la scorsa stagione a Bassano, per lui 17 reti segnate con la maglia giallorossa. E infine l’Argentino che è una vecchia conoscenza del Campionato Italiano Martin Montivero, classe 1985 argentino di San Juan ultime stagioni all’Oliverence in Portogallo per lui in italia Forte dei Marmi, Bassano e CGC Viareggio. Chiudono la rosa tre giovani molto interessanti Luca Rigon classe 1999, Filippo Zambon classe 1999 e Fabio Guiotto classe 1990 Il vice Cunegatti è un rientro Maicol Cavedon classe 1990 curriculum giovanile interessante con diverse convocazioni in Nazionale.

Fonte “Gazzetta Della Spezia”

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.