Hockey Sarzana contro Sandrigo, puntando alla Coppa Italia

0

f79c74e5d7c445f1036ee12ee07b348d_l

Sarzana di scena al Centro Polivalente contro il Sandrigo di Gaetano Marozin, fanalino di coda della serie A1.

“La vittoria contro il Monza è un capitolo chiuso e della Coppa Cers riparleremo a Gennaio quando faremo visita al Monza per la gara di ritorno – dice il Presidente Corona parlando della vittoria di sabato scorso – Ora la testa deve ritornare al campionato e alla permanenza in serie A1, abbiamo già tredici punti in classifica però la salvezza sarà conquistata quando sarà la matematica a dircelo, sino a quel momento dovremmo lottare con i denti ogni partita. Con il Sandrigo potremo, vincendo, eguagliare il punteggio che ci ha permesso di salvarci la scorsa stagione, e magari con l’aiuto di qualche risultato favorevole, proveniente da altre piste, raggiungere la final eight di Coppa Italia. Ed è per questo che facciamo appello alla città di riempire il Vecchio Mercato e di spingere i nostri ragazzi alla vittoria”.

 

La squadra di Francesco Dolce, reduce dalla vittoria casalinga contro il Monza valida per gli ottavi di Coppa Cers, riceve al Vecchio Mercato il Sandrigo Hockey, fanalino di coda della serie A1 che conta quattro punti in classifica generale;  la classifica generale non è certamente lo specchio dei Veneti, guidati da Gaetano Marozin, che sono avversari certamente ostici. Il Sandrigo del Presidente Dario Scanavin ha conquistato la serie A1 al termine di una stagione, la scorsa, sicuramente esaltante, culminata con la vittoria in gara 3 dei play off promozione contro il Castiglione della Pescaia. Nella sua storia la squadra sandricense ha sempre conquistato la serie A1 in gare di spareggio: la prima volta nel 1989, la seconda nel 1999, la terza quest’anno.

Venendo al presente il Sandrigo è una squadra composta da atleti vicentini, giovani, più della metà provenienti dal vivaio e tutti sotto la trentina se si esclude il portiere bassanese, ex Prato, Andrea Dal Zotto, classe 1984, chiamato a sostituire il Valdagnese Davide Pertegato, uno dei punti di forza della formazione sandricense lo scorso anno, andato a giocare in Francia a La Vendeenne. L’uomo di maggiore esperienza nel Sandrigo è l’allenatore, Gaetano Marozin, ex Trissino, Breganze, Valdagno ed ex allenatore della Nazionale Italiana Under 20. Allenatore che ha sempre proposto con le sue squadre un hockey veloce, fatto di ritmo e intensità, ripartenze e triangolazioni, confidando moltissimo sulla esuberanza e sulla giovane età dei suoi atleti, da Poletto a Pozzato, da Clodelli a Brendolin, da capitan Gasparotto a Manfrin, Bordignon e altri, che sino ad ora hanno sempre venduto cara la pelle.

Il presidente sarzanese Corona ammonisce chi pensa che la partita contro il Sandrigo sia una formalità per la formazione di Francesco Dolce: “Dobbiamo provare a vincere e fare un passo avanti nella pratica salvezza e non sarà facile, questo Sandrigo, nonostante l’ultimo posto in classifica, è una formazione di tutto rispetto che può giocare alla pari con tutti. La formazione veneta ha giocato delle buone gare e molte volte è stata solamente la sfortuna a far si che il risultato non le sorridesse; inoltre ha nel suo roster un giovane attaccante come Andrea Brendolin, ottavo in classifica marcatori con quindici reti, che è uno dei giovani più interessanti del Campionato di Serie A1 che fortuna per noi sarà assente a Sarzana perché squalificato”.

Nella gara contro  il Sandrigo i rossoneri cercheranno di ripetere la prova dell’ultima gara di Coppa Cers contro il Monza. Un successo proietterebbe la formazione rossonera verso la salvezza e potrebbe addirittura aprire le porte per la final eight di Coppa Italia. La squadra rossonera sarà ancora orfana di Di Donato e Andrea Perroni convocati Massimo Zeriali e Mattia Rispogliati. Si giocherà Martedì 20 Dicembre alle 20.45 al Vecchio Mercato di Sarzana. Arbitri il Sig. Molli (LU) il Sig. Di Domenico (RE), ausiliario Sig. Righetti (SP).

Fonte “Gazzetta Della Spezia”

Share.

Leave A Reply