Mei e Gozzi, divisi dal tifo e uniti dall’atletica

0

4aktyudsLa Spezia – Il mecenatismo sportivo di Antonio Gozzi non si ferma al calcio e non si ferma al Tigullio. Dal 2016 la sua Duferco, tramite il brand Due Energie, è infatti anche il main sponsor di una delle realtà spezzina più brillanti: l’Atletica Spezia che aspetta di poter entrare il mese prossimo nella sua nuova casa dentro al campo sportivo “Montagna”. A pochi passi da lì, allo stadio “Alberto Picco”, la Virtus Entella dell’imprenditore levantino scenderà in campo sabato per contendere allo Spezia un piazzamento nei play-off.
Ma Stefano Mei, presidente dell’atletica spezzina e consigliere dello Spezia Calcio, non si sente stretto tra due fuochi. “Lui sa che sono tifosissimo della squadra della mia città, ci siamo conosciuti e ho avuto modo di ringraziarlo dell’aiuto che ci sta offrendo come atletica. E’ un mecenate, gli piace lo sport, e ha visto nell’Atletica Spezia anche una funzione sociale. Sempre di più ci sostituiamo alle scuole nell’indirizzare ragazzi e ragazze verso l’attività fisica. In questo senso sostenere gli sport minori è sempre un gesto nobile”.

L’ex campione europeo dei 10mila metri, recentemente in corsa per la presidenza Fidal, è in carica da 16 anni quasi consecutivi. Poche settimane fa ha portato cinque atleti agli Individuali Allievi di Ancona ed è tornato con sei medaglie. Il tutto per una realtà da circa 150 atleti. Per adesso. “Nel momento in cui lo stadio dell’atiletica sarà completato, non è irrealistico pensare che raddoppieremo con facilità i nostri tesserati – dice Mei – Per adesso samo riusciti a rimanere tra i migliori anche senza il campo, perché ha sempre pagato la qualità del nostro movimento. Considerando il bacino di utenza di Genova e le strutture, per quanto vetuste, che ha a disposizione, credo che si possa dire che quando facciamo alla Spezia ha del miracoloso”.
Dello Spezia Calcio è stato invece dirigente nel 1989 con Mastropasqua presidente, e poi di nuovo nell’epoca di Gabriele Volpi. Sabato sarà al Picco come sempre. “Quello che sta facendo la Virtus Entella, per le dimensioni della città, è straordinario. Però credo che lo Spezia sia superiore dopotutto, soprattutto se a loro mancherà un giocatore importante come Troiano. Poi nel calcio gli episodi fanno la differenza, credo lo sappia bene Di Carlo a cui quest’anno certo la fortuna non ha sorriso tra infortuni, gol non dati e attaccanti che non si presentano agli allenamenti per essere ceduti. L’atletica è diversa, nel nostro mondo la prestazioni sono misurabili con precisione. Se ti alleni bene, vedrai che farai un buon tempo”.

Rimangono da rincorrere quei punti che distanziano la quarta e l’ottava dalla terza, è questa la misura da non sbagliare ora per non rischiare che alla fine questi spareggi che Spezia e Entella vogliono non si giochino proprio. “Ma io credo che alla fine i play-off si faranno. Gozzi e Volpi? Credo che entrambi amino la loro terra d’origine e entrambi si sono impegnati nello sport di conseguenza. Vedere che lasciano anche i Berlusconi, che in 31 anni ha portato a casa una quantità di vittorie straordinaria, ti fa capire che quando hai la fortuna di avere persone come queste è bene tenersele strette. Trovare chi voglia investire per garantire un sogno a una città è sempre più raro”

Fonte “Città Della Spezia”

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.