Sport e moda per la solidarietà

0

dbe45929911f546c4049e1fe24512e6b_LGrazie alla collaborazione che da anni coinvolge l’U.N.V.S. e l’Aereonautica, la kermesse si svolgerà nella splendida cornice della base areale di Cadimare. La serata è un momento di incontro e di divertimento che avrà inizio alle ore 19.00 con una sfilata di moda a cui hanno aderito con entusiasmo: Helle Boutique, Profumeria Contatto, lo stilista Giuseppe d’Urso, Mediterraneo e Mediterraneo Kids, Paola G Pellicce, Carpeggiani Spose.
Si proseguirà la serata con una emozionante cena sulla terrazza sul mare. Anche alcune aziende spezzine hanno voluto partecipare alla buona riuscita della cena preparata dall’aeronautica: Food of Scotland, Cantine Lunae Bosoni, salumificio Ravecca, Caseificio Esposito, Pasticceria Ilaria, Metro, Clu del Fornello della Spezia, L’orto in città, Prea & Nissea Olio.
Per tutta la parte tecnica hanno risposto alla richiesta di collaborazione: Stella & Lia Parrucchiere, Sound & Light, Andrea Pavan (Fotografo), Panuccio Tende, Az. Agricola Geom. M. Trivelloni e Carta Matta.

Il Presidente dei Veterani dello Sport, Francesca Bassi ha dichiarato che si ritiene soddisfatta della risposta positiva che hanno avuto le azienda alla richiesta di collaborazione, così come l’Aereonautica ed anche i personaggi di importante rilievo sportivo che hanno deciso di diventare “modelli” per un giorno ed essere testimonial dei negozi che sfileranno in passerella. Prosegue sottolineando che non si aspettava tutto questo entusiasmo.

La nobile causa è quella di aiutare “La Libellula”, associazione promossa da un gruppo di cittadini della provincia spezzina e da alcuni dottori ed infermieri dell’ospedale, avente l’obiettivo di stimolare una maggiore sensibilizzazione e consapevolezza in ambito della solidarietà sociale, ma soprattutto di attivare nella nostra provincia all’interno dell’Hospice, situato presso l’Ospedale San Bartolomeo di Sarzana, e in ambito domiciliare, il sostegno alle persone e alle famiglie poste di fronte alla sofferenza fisica, psicologica ed esistenziale generate da una malattia divenuta irreversibile: qualità della vita e dignità della persona vanno perseguiti indipendentemente dalla prognosi e da una salute non più ottenibile.

Francesca Bassi prosegue ringraziando tutti coloro che hanno voluto partecipare e collaborare gratuitamente a questa bella iniziativa di solidarietà, ringraziare gli sportivi, le ragazze ed i ragazzi che per una serata diventeranno “modelli” e soprattutto ringraziare tutti coloro che decideranno di partecipare aprendo il loro cuore a persone bisognose di aiuto.
“Sono consapevole – afferma – che l’attività svolta dall’associazione “La Libellula” tocca alcuni argomenti difficili ma molto importante per la dignità umana. Bisogna prenderne coscienza. Purtroppo molti nostri concittadini nell’ultima fase di vita hanno difficoltà ad avere un periodo dignitoso, bisogna combattere per migliorar questa situazione, perché un giorno tutti noi potremmo avere un nostro caro nelle stessa condizione”.

Fonte ” La Gazzetta Della Spezia”

Share.

Leave A Reply